Raccolta dati livelli sonori monitorati durante l’emergenza COVID-19

Monitoraggio acustico smartphone

Le misure di contenimento del contagio da Coronavirus messe in atto su tutto il territorio nazionale a partire dall’11 Marzo 2020 hanno portato ad una radicale trasformazione del paesaggio sonoro che ci circonda e a cui siamo abituati.

L’AIA si propone si raccogliere e analizzare i dati misurati durante l’emergenza COVID-19, con la finalità di caratterizzare a livello nazionale uno scenario acustico unico (e speriamo irripetibile), mediante rilevazioni ottenute sia da postazioni di monitoraggio fisse e mobili (centraline permanenti, postazioni di rilevazione del clima acustico, ecc.) che da posizioni “estemporanee” presso le abitazioni dei partecipanti, comunque nell’assoluto rispetto di tutte le disposizioni vigenti sul territorio italiano per il contenimento dell’emergenza epidemiologica.

E’ possibile contribuire con qualsiasi strumentazione fonometrica calibrata (Classe 1 o Classe 2) e anche con il proprio smartphone, purché dotato di una applicazione di tipo fonometrico che consenta la regolazione del guadagno del microfono e seguendo le ISTRUZIONI predisposte per i sistemi operativi Android e iOS.

Sono sufficienti anche misure brevi, purché rappresentative di un determinato contesto. Particolarmente utile risulterà la disponibilità di misure pregresse nella stessa posizione o la disponibilità ad effettuare nuovamente le misure con la stessa strumentazione e con le stesse modalità non appena sarà terminata l’emergenza sanitaria in corso.

Chiunque sia interessato a condividere i propri dati,  è invitato a compilare il MODULO DI PARTECIPAZIONE, seguendo attendamente le indicazioni riportate.
I dati verranno gestiti su base geografica, pertanto è necessario compilare un modulo per cuiascun punto di misura che si intende effettuare.

Successivamente verranno trasmesse a tutti i partecipanti le istruzioni per l’invio dei dati acquisiti.

Per coloro che non fossero in grado di condividere delle misure acustiche, è anche possibile contribuire con modalità diverse. Infatti, è anche disponibile un questionario sulla percezione del rumore prima e durante il COVID-19.

0